New York Fashion Week 2012: le sfilate più belle della quinta giornata

di Sandra Rondini 2

Quinta giornata di sfilate per la Mercedes Benz Fashion Week, la settimana della moda newyorkese che, iniziata lo scorso 9 febbraio, è quasi giunta in direttiva d’arrivo dato che si concluderà il 16 febbraio. E’ Jenny Packham a inaugurare  questa quinta giornata di passerelle tutte dedicate all’inverno che verrà. Il suo è un nome che sentiamo spesso nominare quando si parla di Upper East Side, o meglio i look delle protagoniste del serial tv “Gossip Girl” e addirittura Angelina Jolie ha mostrato spesso una sincera passione per le creazioni vintage di questa griffe che, in effetti, presenta capi molto femminili.

Abitini longuette, morbide bluse da indossare su pantaloni che non segnano i fianchi e minidress dall’allure glam rock, ricamatissimi sui fianchi. Ma anche abiti lunghi da sera finemente drappeggiati e scivolosi, nulla di barocco, pura semplicità e rigore per una donna che ha bisogno di pochi, significativi dettagli per esaltare la sua figura. In piena controtendenza con il nero predominante, aggressivo e strong, Jenny Packham sceglie il colore tout court, ma in nuance un po’ spente, avvolgenti, invernali, come se anche i colori d’inverno andassero in letargo e con il sole che certo non brilla fossero meno luminosi. Altro grande nome della giornata è sicuramente.

Allure rètro e fascino upperclas per Carolina Herrera che dimentica di essere nel 2012, decade che forse la infastidisce, chissà, per buttarsi in toto sugli anni Sessanta. Soffrirà di nostalgia? Chissà…anche trucco e make up sono un po’ datati, come tutta la collezione che non rielabora vecchi codici stilistici ma li ripropone esattamente per com’erano, forse nella convinzione che ciò che era perfetto un tempo debba esserlo anche oggi. Ma il concetto di perfezione è perfettibile, soprattutto nella moda dove tutto cambia e tutto si trasforma. La moda è liquida, mai stagnante e la collezione autunno/inverno 2012-2013 di Carolina Herrera è un inutile amarcord.

Dall’allure simpaticamente rètro, ma solo come omaggio, anche la collezione di Donna Karan che, dopo i total look neri da virago metropolitana di DKNY, propone in passerella adorabili outfit da gentleman inglese completamente rivisitati. Un ritorno o un invito allo stile che sceglie il rosso e il grigio per esprimere un ésprit di grande eleganza che trova nella sera, sempre total black, l’apice della sua sensualità in abiti stile “Cabaret” molto freschi, eccentrici e raffinati. Promossa a pieni voti.

La quinta giornata di sfilate della Mercedes Benz Fashion Week ci regala l’allegria psichedelica di Betsey Johnson che è tutto e il contrario di tutto e porta in passerella con sé non un trend, ma tutti gli amori della sua vita: gli anni Settanta, Ottanta, il fluo e l’animalier, long dress e tutù, stampe loreali e pellicce multicolor, microshorts di paillettes e abiti laminati. C’è persino un abito lungo a sirena perfetto per Barbie, anzi è proprio il suo colore. Ma Betsey Johnson è così, molto generosa: spetterà poi al gusto delle sue tantissime clienti selezionare e abbinare i capi secondo il proprio gusto, tanto ce n’è per tutte.


Commenti (2)

  1. che belle queste foto! il tuo blog è davvero interessante!

    tania

    http://glamourmaniacs.blogspot.com/

  2. a me piace sempre Marni. Lo so gie0 prima di guadarre le sfilate. @ Anne: qui est ton [email protected] yolanda: [email protected] Euxodie: non c’est le piment qui me fait cet [email protected] Gema: [email protected] le neko: … sauf que moi quand je me9lange tout, e7a ne fait pas aussi chic! @ Myriam: l’ultimo e8 meno tarantiniano degli altri: ti potrebbe anche piacere. @ Paola: come dicevo a Myriam, l’ultimo mi e8 sembrato meno tarantiniano (ma si dire0 cosec?) ma lo stesso mi e8 piaciuto un sacco: gli attori sono incredibili, soprattutto Brad Pitt e il “cacciatore di ebrei” (che orribile sopranome). Da vedere in lingua originale assolutamente (tanto cambiano sempre lingua)! @ Odeline: hehehe! Certo! Grazie mille!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>