L’abito da sposa di Kate Middleton in mostra a Buckingham Palace

di Lorena Scopelliti Commenta

Non accenna a diminuire la frenesia, la curiosità e l’interesse verso la duchessa di Cambridge Kate Middleton: sempre più spesso si parla di lei come nuova icona di stile e di eleganza. Senza nulla togliere all’equilibrio e alle ottime scelte in fatto di outfits, di certo essere una fashion icon significa ben altro: è un’allure che accompagna qualunque cosa si faccia e comunque ci si vesta e Kate non sembra possedere quest’aura magica, che pochissime fortunate possiedono (un nome su tutti: Kate Moss).

Ma il sogno che Kate rappresenta va oltre queste considerazioni: il suo abito da sposa, ammirato in televisione in ogni parte del globo durante la diretta del Royal Wedding, è in mostra dal 23 luglio fino al prossimo 3 ottobre a Buckingham Palace insieme a scarpe, tiara, torta nunziale e i gioielli indossati quel giorno dalla Middleton. Costo del biglietto: 19 euro. Gli organizzatori della mostra prevedono un’affluenza mai registrata: si parla di oltre il milione di visitatori.

Esposto al centro della sala da ballo, l’abito di Alexander McQueen disegnato da Sarah Burton campeggia sontuoso nei suoi laboriosi e preziosissimi ricami e nel suo strascico di 2 metri e 70. La lavorazione del pizzo richiama la rosa, il cardo, il quadrifoglio e il narciso, simboli delle quattro province del Regno britannico.

L’abito si chiude sul retro con 58 bottoni di organza; la realizzazzazione del pizzo (per metà francese e per metà inglese) è opera dei sarti della Royal School of Needlework di Hampton Court Palace. Si dice che ogni mezz’ora andassero a lavarsi le mani per non rischiare di trasferire neppure l’ombra di una sbavatura sull’abito. Semplicemente Royal e maestoso.

In mostra anche il bouquet, riprodotto con fiori di seta e, naturalmente, i preziosi accessori sfoggiati da Kate, comprese le scarpe in pizzo avorio, sempre di Alexander McQueen.

Come da tradizione la sposa indossava anche qualcosa di prestato: a Buckingham Palace potrete ammirare il diadema Cartier del 1936 chiamato “aureola”, composto da mille diamanti. Esposti inoltre gli orecchini a forma di ghianda (simbolo del blasone della famiglia Middleton), regalo dei suoi genitori. In una teca anche la riproduzione della torta nunziale a otto piani, con la glassa rotta dal taglio degli sposi.

Una curiosità: la Regina Elisabetta, in visita con Kate alla mostra, avrebbe espresso sdegno e disgusto alla vista del manichino senza testa su cui è adagiato l’abito da sposa. E’ Orribile e spaventoso, avrebbe confidato alla duchessa Kate, certamente divertita dalla reazione così british di Queen Elizabeth.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>