New York Fashion Week 2012: Victoria Beckham a/i 2012 2013

di Sandra Rondini Commenta

Ammiriamo molto Victoria Beckham perché la sua vita non è come una matrioska che contiene al suo interno una vita sempre più piccola, sino al tramonto finale, come la maggior parte dei comuni mortali, ma assomiglia piuttosto a un bel gioco di scatole cinesi: non sai mai cosa aspettarti da una come lei.

L’ex pop star un po’ stonata delle Spice Girls, poi diventata famosa per essere la moglie super glam del più bel calciatore del mondo, l’inglese David Beckham sposato con un matrimonio da sogno nel 1999, ha sempre cercato con tenacia la sua strada, anche mettendosi in ridicolo e sfruttando al massimo non solo la sua immagine, ma anche quella di tutta la sua famiglia per vendere tutto il merchandising possibile.

Victoria Beckham è nata star e non ha mai subito la pressione dei paparazzi, anzi, li ha sempre manovrati come marionette a suo piacimento, tranne quando non ha potuto evitare qualche scoop piccante sulle presunte scappatelle del marito, sempre perdonate. Per amore o perché insieme gli unici che possono far loro concorrenza sono i Brangelina. Nessun’altra coppia al mondo possiede lo stesso carisma e la stessa potenzialità da macchina macinasoldi.


Eppure, dopo essere stata da sempre una fashion icon nonché testimonial per tantissimi suoi amici stilisti, in Victoria è finalmente scattata la molla di dimostrare di avere realmente talento in qualcosa che non sia solo quello di farsi fotografare con il trend del momento. Forse a furia di dover sempre scegliere l’outfit giusto in ogni occasione le è spuntata una vena artistica o forse, semplicemente, Victoria sfoggiava sempre il look migliore proprio perché in lei il senso della moda e dello stile è innato come dimostra la meritata vittoria del premio “British Designer Brand of the Year” ai “British Fashion Awards, gli Oscar della moda inglese l’anno scorso.

Un premio che ha cambiato le carte in tavola perché quando si sale così in alto si può solo scendere o combattere per restare in cima. Victoria Beckham, come dimostra la sua collezione autunno-inverno 2012-2013 che ha sfilato a New York alla Mercedes Benz Fashion Week, ha deciso di seguire la seconda strada. E non ci sorprende perché lei è davvero una valida designer. Alla sua seconda sfilata ha presentato una collezione che definisce ancor meglio il suo stile, fatto di silhouette skinny e ben definite, ultramoderne e dal fitting perfetto.

Divertenti gli stivali con mega calzettoni, così come gli accessori, in particolare le shopping bag dalle dimensioni decisamente macro. Sartoriale, rigorosa, la sua donna è iperfemminile e upperclass e, come dimostra una delle sue clienti più affezionate, l’attrice Kate Winslet, non è nemmeno una size zero. Ritornano in passerella, infatti, accanto a tubini stretch e adorabili little black dress, quegli abiti per donne curvy che, pur essendo ben stretti come un guanto attorno al corpo, grazie a un intelligente gioco di design e contrasti cromatici fanno dimostrare almeno 7 chili in meno. Non c’è trucco, non c’è inganno, solo tanto studio e la volontà di restare lassù in cima. Brava Victoria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>