Gli errori più comuni nei look estivi: scopri come evitarli!

di Lorena Scopelliti Commenta

errori look estate

Estate è sinonimo di libertà, comfort e spensieratezza: nel look, a volte, si esagera fin troppo e le strade delle nostre città si riempiono di piccoli e grandi errori-orrori in fatto di look. Siamo d’accordo che la bella stagione voglia anche dire abbandonare per un po’ certe regole, ma attenzione alle cadute di stile!

Cosa potremmo mettere ai primi posti nella classifica delle brutture di stile estive? Sicuramente meritano un posto d’onore le flip flop in plastica indossate in città. La comodità è un imperativo categorico quando si sta in giro per lavoro o semplicemente per lo shopping, ma possiamo tranquillamente sentirci a nostro agio e in totale comfort con un paio di infradito o sandali flat semplici, in pelle o canvas e mettere da parte calzature che sono ammesse unicamente in spiaggia e sulla battigia. La ciabattina che ricalca lo stile delle Croc’s è un altro piccolo orrore prettamente estivo: create per i velisti stanno bene, appunto, su un’imbarcazione e non per la città o l’aperitivo.

Ricordate sempre di scoprire il piede avendolo preventivamente curato: niente talloni ruvidi, unghie con lo smalto sbeccato e duroni in vista. Tenete a mente che i colori fluo, sui piedi, stanno bene esclusivamente se si è abbronzate, altrimenti l’effetto ottico sarà un grigio novembrino non certo di tendenza. Minigonne e shorts troppo corti, anche se fa molto caldo, sono certamente meno freschi e confortevoli di una gonna sopra il ginocchio in cotone e seta, con larghi plisset accennati, che darà anche un tocco di charme naturale impareggiabile e impossibile da ottenere con dimensioni troppo ridotte, spesso non adatte al proprio fisico o estremamente eccessive. I pants blu navy o neri, dritti, che sfiorano la caviglia, infine, sono la soluzione più comoda e di classe per un’estate all’insegna dello stile e della praticità.

Gli uomini hanno una particolare attitudine al totale disinteresse nei confronti dello stile quando la temperatura sfora i 28-30 gradi: bermuda sformati che farebbero sembrare poco slanciato anche Usain Bolt, sandali con il calzino che si commentano da soli, camicie a maniche corte aperte su un toraci poco tonici e outfit in lino ampi e immacolati che stanno bene veramente a pochissimi eletti. Un consiglio ai maschietti: i mocassini estivi sono altrettanto freschi e confortevoli, ma aggiungono un tocco di stile immediato: possono essere indossati con micro fantasmini che scompaiono completamente e ci accompagneranno per tutto il giorno senza costrizioni. Preferite le camicie in cotone leggero, a maniche corte ma abbottonate come di consueto: se la vostra corporatura suggerisce di non portarle sbottonate, allora non fatelo. Meglio scegliere pantaloni dritti in lino o cotone, della taglia giusta, rispetto ai bermuda colorati da ragazzino, che appunto dovrebbero rimanere appannaggio dei ragazzini.

Rispondi